SISTEMI  MILITARI  (WWI-WWII e successive)

 

Da sempre appassionati delle scuole di combattimento militare o comunque Combatives, in particolare di coltello, non potevamo non approfittare delle numerose frequentazioni di Maestri Internazionali, esperti del settore, per approfondire anche tale argomento.

 

Nel confronto e nello studio con tali Maestri siamo stati facilitati dall’ampia e completa bibliografia  a nostro supporto (dai testi storici, a quelli dell’epoca bellica sino ai più recenti), dalla conoscenza approfondita degli strumenti utilizzati (che tanto hanno influenzato lo sviluppo delle tecniche) e da una buona preparazione nelle Arti Marziali e più specificatamente nello studio del combattimento con il coltello condotto sin da giovane età.

Ci siamo quindi avvicinati inizialmente ai Sistemi sviluppati in Italia nella prima e nella seconda Guerra Mondiale, con particolare attenzione ai nostri Gloriosi Arditi e quindi alle prima Scuole inglesi  (di William E.Fairbairn e Eric A.Sykes Sykes)   e quelle Americane (Coll.Rex Applegate, John Styers, Drexel Biddle) e Canadesi  (Gordon E.Perrigard M.D e la Devil’s Brigade) e quindi alle successive svariate evoluzioni  (Michael D.Echanis, William L.Cassidy, Robert K.Spear del resto ben conosciute tanto da GM Bram Frank che GM Hoch Hoccheim  e Guro Eric Kruk), senza dimenticare la scuola tedesca (dal  Stilles Toten  a  Florian Lahner) e quella successiva francese (legione straniera).

Tali sistemi, la cui efficacia è stata sperimentata “sul campo”,  erano semplici, in quanto dovevano essere appresi da tutti velocemente e risultare pratici anche con il classico equipaggiamento militare e sotto lo stress del combattimento.

E’ per tali ragioni, oltre a quella del confronto,  che tra molti Sistemi esistono delle similitudini, ma è interessante osservare  come tal volta sono state sviluppate delle strategie differenti, a partire dai tipi di guardia e dalle modalità di attacco.  Da tale analisi risalta l’efficacia delle Scuole del Nostro Paese, dei nostri Arditi che spesso probabilmente attingevano dalla ricca tradizione di lama del nostro Paese.

IL METODO

 I vari Sistemi vengono insegnati singolarmente, rispettosi della tradizione passata.
Sono stati messi appunto degli esercizi e dei drill per allenare le tecniche e renderle efficaci  sia nel coltello contro coltello che in altri contesti.
Particolare cura viene data all’aspetto psicologico (così come era un tempo), allo sparring e all’attento studio delle diverse strategie.

 

CORSI

L’associazione organizza corsi nei vari sistemi, anche supportati da esperti di fama internazionale  o lezioni private a richiesta.